Fatture integrative

La trasmissione della fattura elettronica integrativa, introdotta dall’Ade a partire dal 1 Luglio 2022, è un adempimento che sostituisce il precedente ‘esterometro’ che era richiesto a seguito di  acquisti di beni/servizi dall’estero non soggetti a imposta iva.

Tipi di fattura integrativa e condizioni

I tipi di fattura integrativa, con le condizioni che ne determinano la necessità di produrli,  sono descritti di seguito:

  1. Fattura integrativa “TD16″ INTEGRAZIONE FATTURA DA REVERSE CHARGE INTERNOSi rende necessaria quando si riceve una fattura di acquisto (normalmente elettronica) che riporta voci con imposta iva pari a zero e avente una natura di esenzione con codice N6.x  (Vedi tabella nature esenzione in scheda aliquota iva). In tal caso Si tratta di un operazione interna effettuata in regime di inversione contabile.
  2. Fattura integrativa “TD17″ INTEGRAZIONE/AUTOFATTURA PER ACQUISTO SERVIZI DALL’ESTEROSi rende necessaria quando si riceve una fattura di acquisto per la fornitura di servizi con imposta iva pari a zero da un fornitore estero (anche residente nella Repubblica di San Marino o nello Stato della Città del Vaticano). La trasmissione del documento è necessaria anche nel caso di un autofattura emessa in merito all’acquisto.
  3. Fattura integrativa “TD18″ INTEGRAZIONE PER ACQUISTO DI BENI INTRACOMUNITARISi rende necessaria quando si riceve una fattura di acquisto per la fornitura di beni con imposta iva pari a zero da un fornitore estero intracomunitario, ovvero nell’unione europea.
  4. Fattura integrativa “TD19″ INTEGRAZIONE/AUTOFATTURA PER ACQUISTO DI BENI EX ART. 17 C.2 D.P.R. 633/72Si rende necessaria quando si riceve una fattura di acquisto per la fornitura di beni con imposta iva pari a zero da un fornitore estero e i beni acquistati sono già presenti in italia. La trasmissione del documento è necessaria anche nel caso di un autofattura emessa per i fornitori extra UE.

Il dettaglio delle condizioni e le modalità di compilazione delle fatture integrative è riportato nella seguente Guida_compilazione-FE-Esterometro-V1.8 pubblicata dall’Ade, in corrispondenza dei suddetti tipi di documento.

Compilazione della fattura integrativa in Azimut

La fattura integrativa viene generata da azimut dopo aver caricato una fattura di acquisto o emesso un autofattura che abbia nei suoi dati le caratteristiche tali da far verificare una delle condizioni del paragrafo precedente. In tal caso la generazione del documento viene proposta dall’applicazione al termine del caricamento della fattura di acquisto, e viene poi resa disponibile anche al menù [Funzioni] della scheda del documento di acquisto con la voce “Trasmetti fattura integrativa”.

Per consentire ad Azimut di predisporre la fattura integrativa è necessario specificare correttamente nel documento di acquisto i seguenti dati:

  • Dati del fornitore: Nome, Indirizzo, Cap (se sconosciuto inserire ‘00000’), Citta e soprattuto Sigla del Paese di provenienza
  • Imposta iva esente, sulle righe di dettaglio del documento
  • Identificazione delle voci in dettaglio, utilizzando il campo Codice/IdVoce nel dettaglio.  In base al tipo di voce (prodotto/servizio etc) sarà possibile stabilire se si tratta dell’acquisto di beni o servizi. Nel caso invece il dettaglio non sia abbinato alle voci, l’applicazione chiederà all’utente di scegliere se si tratta di beni o servizi.

Dai suddetti dati, se le condizioni sono accertate, sarà possibile poi procedere alla predisposizione della fattura integrativa. Il documento generato, risulterà collegato alla relativa fattura di acquisto tramite il pannello [riferimenti].

Imposta IVA

L’imposta iva specificata nella fattura integrativa viene proposta, su ogni riga di dettaglio con iva a zero,presa dal documento di acquisto, con i seguenti criteri:

  1. Viene prelevata l’iva vendite della scheda voce abbinata all’acquisto
  2. In assenza del precedente dato, viene proposta l’iva predefinita, presente fra i parametri di Azimut

Trasmissione della fattura

La fattura integrativa predisposta, una volta controllata e confermata salvando le modifiche apportate, può essere trasmessa come qualsiasi altra fattura elettronica utilizzando il tasto [trasmetti] abbinato alla scheda documento.