accise 2024

Manca poco alla fine del 2023 e con il nuovo anno entrano in vigore anche nuovi obblighi sulla telematizzazione delle accise 2024.

Se durante il corso di quest’anno, molte aziende sono state impegnate nella trasmissione dei dati sulle accise, una nuova tranche di aziende sarà tenuta alla telematizzazione entro il 31 gennaio 2024.

Andiamo a ricordare quali sono gli operatori coinvolti nella trasmissione dei dati sulle accise relativi all’anno 2023, da effettuare entro il 31 gennaio 2024.

Operatori coinvolticapacità di stoccaggio deposito (prodotti sfusi e/o condizionati)esclusi dall’obbligo
depositi commerciali, opifici di trasformazione o elaborazione e opifici di condizionamento di alcole e di bevande alcolicheinferiore a 100 ettolitri idrativino e bevande fermentate diverse dal vino e dalla birra (*)
depositi commerciali di oli lubrificanti e bitumi di petrolioinferiore a 10 metri cubi

(*) Per gli esercenti i depositi commerciali, gli opifici di trasformazione o elaborazione e gli opifici di condizionamento di alcole e di bevande alcoliche e per i destinatari registrati che svolgono attività nel settore del vino e delle bevande fermentate diverse dal vino e dalla birra potranno essere definite modalità differenziate di trasmissione dei dati di contabilità con successivi provvedimenti dell’Agenzia delle Dogane.

Documento ufficiale dell’Agenzia delle Dogane:  Determinazione Direttoriale Prot. 83362/RU

Gestionale okdogane
telematizzazione accise, daa telematici, das unionali