Parametri di Azimut

I parametri globali contengono una serie di campi che l’utente può impostare per regolare il comportamento del programma. Data la loro quantità i parametri sono suddivisi in una serie di sezioni:

Importi

  • Decimali su importo unitario: regola il numero di decimali da abbinare agli importi unitari nel programma, a volte ad esempio per garantire dei calcoli adeguati nelle fatture è necessario utilizzare più di due decimali sui prezzi al dettaglio dei propri prodotti. In tal caso questo parametro consente di aumentarne la precisione.
  • Decimali su importo totale: regola il numero di decimali da abbinare agli importi totali nel programma.
  • Base di calcolo importi: all’interno dei documenti di compravendita le imposte iva sono automaticamente ricalcolate durante la modifica del prezzo netto o del prezzo ivato. Per aumentare la precisione dei calcoli scegliere la base di calcolo con il valore ‘netto’ nel caso si consideri questo importo come dato principale nella compravendita, ad esempio se i clienti sono per lo più rivenditori o comunque con partita iva. In caso contrario scegliere la base di calcolo ‘iva inclusa’, ad esempio nel caso i clienti sono per lo più privati pertanto interessati al prezzo ivato.
  • Calcola lo sconto sul prezzo: decide se nelle righe di dettaglio calcolare lo sconto sul prezzo unitario o sul prezzo totale. I due tipi di calcolo producono spesso risultati differenti poichè nel caso si decida di calcolare lo sconto sul prezzo unitario eventuali arrotondamenti sul prezzo scontato saranno maggiori quando moltiplicati per la quantità. Ecco un semplice esempio:EsempioCalcSconto

Avvisi

  • Prodotto sottoscorta: scegliere ‘si’ se si vuole un avviso da parte del programma nel caso un prodotto, durante l’inserimento di una vendita, vada al di sotto della sua scorta minima oppure della sua Giacenza.
  • Scegli fra voci con stesso codice: le schede delle voci hanno una sezione [codici] dove è possibile abbinare ad ognuna una serie di codici alternativi, questo comporta che alcuni codici siano abbinati casualmente a più voci. Nel momento in cui si ricerca una voce inserendo uno di questi codici è possibile chiedere al programma di elencare tutte le voci abbinate per effettuare quindi una seconda scelta.
  • Appuntamenti in agenda: scegliere ‘si’ se si vuole che al suo lancio il programma elenchi gli appuntamenti in agenda.
  • Rate in scadenza: scegliere ‘si’ se si vuole che al suo lancio il programma segnali le rate di pagamento scadute.
  • Segnala rate in scadenza con anticipo di giorni: in relazione al parametro precedente in questo si specifica con quanti giorni di preavviso vanno segnalare le rate di pagamento in scadenza.
  • Avviso sui numeri progressivi mancanti durante una nuova emissione: scegliere ‘si’ se attivare un controllo che, durante l’emissione di nuovi documenti,segnali se il progressivo precedente non è presente in storico.
  • Avviso la presenza di sospesi di pagamento durante una nuova vendita?: scegliere ‘si’ se si intende produrre un avviso durante l’inserimento di una nuova vendita a un cliente che ha già dei sospesi di pagamento.
  • Quando vendo a cliente che ha superato il fido massimo.. : regola il comportamento di azimut quando si vende a un cliente che ha un sospeso di pagamento che supera il fido massimo impostato sulla sua scheda. I valori possibili sono:
    • Avvisa per produrre un semplice avviso
    • Blocca per impedire di emettere nuove vendite

Fatture

  • Gestione periodo di competenza: attivando questa gestione durante l’inserimento dei documenti di compravendita sarà richiesto di inserire il periodo di competenza del documento. Nei resoconti sarà quindi disponibile il riepilogo per competenza, con il quale i totali dei documenti saranno ‘spalmati’ giorno per giorno in base alla loro competenza ottenendo un quadro di compravendite suddiviso per giornate.
  • Proponi arrotondamento in cassa per pagamenti discordanti fino a euro: Durante le operazioni di pagamento delle rate in scadenzario, nel caso l’importo pagato sia discordante di una cifra irrisoria rispetto al saldo in sospeso, potrebbe essere utile chiedere al programma di inserire un movimento di cassa per arrotondamento al fine di semplificare le operazioni. Specificare in tal caso la soglia minima di scoperto sui pagamenti al di sotto della quale attivare questo automatismo.
  • Condizione di pagamento predefinita: Inserire la condizione di pagamento da proporre nei documenti di vendita, qualora questa non sia già impostata sulla scheda del cliente (approfondisci>>)
  • Banca di appoggio predefinita: Inserire la banca di appoggio da proporre nei documenti di vendita, qualora questa non sia già impostata sulla scheda del cliente (approfondisci>>)
  • Calcolo l’imposta iva sugli omaggi: durante l’inserimento dei documenti di compravendita, in presenza di righe con omaggi (sconto=100%),  specificare se proporre la rivalsa iva, addebitando solo l’imposta iva prevista.
  • Aliquota di decurtazione omaggi con rivalsa iva: specificare l’aliquota utilizzata per la somma delle detrazioni operate in fattura in presenza di omaggi con rivalsa Iva.
  • Fattura differita: propongo solo i ddt non fatturati?: specificare ‘si’ per proporre, durante l’inserimento di una fattura differita, solo i ddt non ancora fatturati. Inserire ‘no’ per visualizzare tutti i ddt, quest’ultima scelta può essere utile nel caso sia necessario reinserire in fattura un ddt già fatturato in precedenza, perchè ad esempio la prima fattura è stata annullata con nota credito.
  • Fattura differita: produco resoconto sulle righe cumulate?: scegliere se visualizzare un riepilogo delle righe cumulate durante la scelta dei documenti raggruppati nella compilazione di una fattura differita.
  • Avviso sulla presenza di fatture proforma durante inserimento: scegliere se, durante l’inserimento di una nuova fattura, effettuare un controllo che avvisa in presenza di una fattura pro-forma in sospeso.
  • Percorso di salvataggio delle fatture elettroniche P.A.: per la gestione delle fatture elettroniche, inserire in questo campo un eventuale percorso alternativo per il salvataggio delle stesse.
  • Arrotondo automaticamente il totale fattura all`euro: consente di automatizzare l’arrotondamento delle fatture in emissione eliminando i decimali. Il ricalcolo del totale avviene salvando la differenza nel campo [arrotondamento] della fattura.
  • Ripropongo i dati di trasporto dell”ultimo documento: per scegliere di riproporre ad ogni nuovo documento di trasporto in emissione (fattura accompagnatoria, ddt, das etc) i dati di trasporto (mezzo di trasporto, autista, vettore etc) salvati nel documento precedente, in modo da velocizzare la compilazione della scheda.
  • Controllo la coerenza cronologica fra numeri e date nei documenti emessi: per abilitare il controllo di validità del numero su un nuovo documento in emissione , come ad esempio una fattura di vendita. Il controllo prevede che il nuovo numero sia di data uguale o superiore a quella del documento con numero precedente.
  • Passo le note del cliente in emissione documento: Impostando a `si` questo parametro durante l`emissione di nuovi documenti (fatture, ricevute, ddt etc) le note presenti nella scheda del cliente saranno automaticamente inserite nelle note del documento stesso.
    Questo automatismo consentira` di specificare automaticamente delle diciture relative al cliente sui documenti a lui destinati.
  • Passo le note dei riferimenti cumulati in documento: Impostare a ‘si’ questo parametro per inserire nel documento le note dei riferimenti (ad esempio i ddt cumulati in fattura differita, gli ordini o i preventivi evasi etc)
  • Scelta del tipo di documento con..:  Scegliere la modalità di scelta del tipi di documento da inserire fra:
    • ComboBox
    • Menù a tendina
  • Propongo la banca della controparte in fattura: Stabilisce se, durante la compilazione di un nuovo documento, proporre l’eventuale banca impostata sulla scheda del cliente/fornitore. Può avere i seguenti valori:
    • si
    • no
    • solo in ricezione (per proporre solo nei documenti ricevuti)
    • solo in emissione (per proporre solo nei documenti emessi)
  • Pongo il saldo a pagare nei DDT in emissione? Scegliere ‘SI’ per inserire nelle note del DDT in fase di emissione l’importo a pagare previsto, lasciare ‘NO’ in caso contrario.
  • Propongo la fattura integrativa quando è prevista? Scegliere ‘NO’ per impedire al programma di proporre la predisposizione della fattura integrativa quando previsto dopo aver caricato un documento che ne prevede l’abbinamento. Lasciare ‘SI’ come consigliato in caso contrario.

Telematico

Guarda il video manualeFattura elettronica: Impostazioni di base in azimut

  • Codice del proprio regime fiscale: scegliere il codice del proprio regime fiscale, dato obbligatorio perchè inserito nella trasmissione della fattura elettronica.
  • Controllo la presenza di aggiornamenti dal telematico? Specificare “Si” per avviare il controllo degli aggiornamenti sul canale telematico all’avvio del programma e ad ogni connessione dei dati.
  • Data di passaggio al regime di fatturazione elettronica: se si è passati al nuovo regime di fatturazione elettronica, specificare in questo parametro la data del passaggio. Il programma utilizza questa data nei relativi controlli ed elenchi delle fatture da trasmettere, considerando solo i documenti inseriti a partire dal giorno specificato.
  • Percorso di salvataggio dei flussi: inserire in questo campo un percorso personalizzato per il salvataggio di fatture e messaggi scambiati con il s.d.i. dell’agenzia delle entrate. Consigliamo di utilizzare una cartella esterna/condivisa per il salvataggio dei files xml.
  • Formula in stampa fatture elettroniche: consente di personalizzare una dicitura da inserire nella stampa delle fatture elettroniche.
  • Controllo la presenza di fatture trasmesse e scartate? Specificare “Si” per avviare il controllo sulla presenza di fatture elettroniche trasmesse e scartate dal sdi all’avvio del programma e ad ogni connessione dei dati. Questi documenti vanno rettificati correggendo gli errori segnalati e quindi ritrasmessi.
  • Controllo la presenza di fatture da trasmettere?
    Il controllo verifica la presenza di fatture emesse ma non ancora trasmesse considerando quelle a partire dalla data di passaggio al regime di fatturazione elettronica.
    Specificare quando avviare il controllo sulle fatture da trasmettere al SDI dell’Agenzia delle Entrate

    • “in avvio”, il controllo sarà eseguito ad ogni lancio del programma
    • “In chiusura”, il controllo sarà eseguito alla chiusura del programma
    • “sempre”, il controllo sarà sempre attivo
    • “mai”, il controllo non sarà eseguito mai
  • Segnalo le fatture trasmesse e senza esito dopo giorni: Inserire i giorni massimi trascorsi senza esito oltre i quali segnalare le fatture trasmesse e ancora in attesa di riscontro da parte del SDI. Per disattivare il controllo inserire 0 giorni.
  • Inserisco le note del documento in fattura elettronica? Specificare “Si” per inserire nella fattura elettronica le note specificate nel documento.
  • Inserisco le accise in fattura elettronica? Specificare “Si” per inserire nella fattura elettronica il totale accisa dei prodotti. L’importo accisa, disponibile per quei prodotti alcolici o energetici venduti a Lt,  viene calcolato moltiplicando la quantità per l’accisa al Lt salvata  sulla relativa scheda. Nei documenti a importo negativo, come le note credito, il dato non sarà inserito.(video Guarda il video manuale “Riportare le Accise in fattura elettronica”)
  • Inserisco gli importi in negativo per le note credito? Specificare “Si” se per le note credito trasmesse con fattura elettronica si intende inserire gli importi in negativo.
  • Inserisco i dati di trasporto in fattura? Specificare “Si” se si intende inserire in fattura elettronica i dati di trasporto, dove presenti.
  • Segnalo in stampa fattura l”assenza sia di PEC che codice destinatario? Specificare “Si” se si intende segnalare nella stampa fattura che il cliente non ha fornito ne la PEC ne il codice destinatario.
  • Messaggio di richiesta PEC o Codice Destinatario: Inserire in queste due righe con la dicitura per stampare in fattura la segnalazione con richiesta al cliente di fornire la pec o il codice destinatario. 
  • Abbino anche l’id voce nell’importazione fatture? Il parametro va impostato a `SI` se si intende consentire al programma di abbinare le voci che hanno il campo ID corrispondente al codice riportato in fattura.
  • Procedo a una verifica degli importi prima di trasmettere la FE? Il parametro va impostato a ‘SI’ per consentire una ultima verifica sui calcoli degli importi in fattura prima di procedere alla sua trasmissione.
  • Segnalo la presenza di fatture elettroniche ricevute e non importate? Specificare “Si” se si intende segnalare la presenza di fatture elettroniche ricevute sul canale telematico e non ancora importate in azimut.

Guarda il video manualeFattura elettronica: Impostazioni di base in azimut

Voci

  • Aggiorno i listini durante gli acquisti? durante l’inserimento di nuovi acquisti, scegliendo la voce e inserendo un prezzo di acquisto diverso da quanto presente nella sua scheda, è possibile aggiornare automaticamente la scheda impostando il parametro in modo da agire in uno dei seguenti modi:
    • Sempre: l’aggiornamento dei listini sarà automaticamente lanciato
    • Mai:  l’aggiornamento dei listini non sarà mai lanciato
    • Chiedi: l’aggiornamento dei listini sarà lanciato dietro conferma dell’utente
  • Quando procedo all”aggiornamento?:  consente di decidere quando lanciare l’aggiornamento dei listini, scegliere una delle seguenti opzioni:
    • AlTermine: per lanciare l’aggiornamento dopo aver salvato il documento di acquisto
    • RigaPerRiga: per lanciare l’aggiornamento ad ogni riga confermata
  • Visualizzo la voce con listino aggiornato?: consente di decidere se visualizzare la scheda della voce dopo aver aggiornato il listino di acquisto, scegliere una delle seguenti opzioni:
    • Si: la scheda sarà automaticamente visualizzata
    • No: la scheda non sarà visualizzata
    • Chiedi: la scheda sarà visualizzata dietro conferma dell’utente
  • Ricalcolo i listini di vendita con lo stesso ricarico?: Una volta modificato il listino di acquisto sulla scheda della voce questo parametro imposta il comportamento del programma circa l’aggiornamento dei listini di vendita attuali utilizzando lo stesso ricarico, scegliere una delle seguenti opzioni:
    • Sempre: l’aggiornamento sarà eseguito in automatico
    • Mai: l’aggiornamento non sarà mai eseguito, i listini di vendita resteranno invariati e sarà aggiornato il ricarico
    • Chiedi: l’aggiornamento sarà eseguito dietro conferma dell’utente
  • Quantità proposta nelle nuove righe di dettaglio: inserire la quantità da proporre nell’inserimento di voci nelle nuove righe in dettaglio per movimenti,documenti, ordini e preventivi.
  • Propongo 1 collo per quantità inferiori ai pz previsti?: durante l’inserimento dei quantitativi nelle righe di dettaglio, se il prodotto è inserito in un collo e i pezzi previsti sono inferiori a quelli previsti al suo interno, si può scegliere con questo parametro se inserire comunque minimo un collo oppure no. Ad esempio se il prodotto è venduto a bottiglie e nel collo ci sono 6 bottiglie,  per un quantitativo di 4 bottiglie si decide se movimentare comunque un collo oppure no. Lo stesso discorso si applica per i quantitativi dispari, sempre riferendosi all’esempio precedente si consideri 20 bottiglie che corrispondono a 3 colli (6×3=18) con 2 bottiglie dispari, se il parametro è = ‘si’ si considera un collo aggiuntivo portando i colli a 4.

Idrocarburi

Sezione visibile in caso di gestione idrocarburi.

  • Id del gasolio agricolo: specificare l’id della voce corrispondente al gasolio agricolo
  • Id del gasolio agricolo per serre: specificare l’id della voce corrispondente al gasolio agricolo per uso riscaldamento serre
  • Id del gasolio agricolo per lavorazioni conto terzi: specificare l’id della voce corrispondente al gasolio agricolo per uso lavorazioni conto terzi
  • Id della benzina agricola: specificare l’id della voce corrispondente alla benzina agricola
  • Aggiorna densità in scheda prodotto nei nuovi carichi di magazzino: durante l’inserimento di nuovi carichi in magazzino, se si intende aggiornare la densità in scheda del prodotto,  scegliere fra una delle seguenti opzioni:
    • ‘Con Media Ponderata’ per aggiornare la densità con la media ponderata data da quella attuale sulla giacenza e quella nuova sulla quantità caricata
    • ‘Con Ultimo Valore’ per aggiornare la densità con l’ultima inserita
    • ‘No’ per non procedere a nessun aggiornamento
  • Quantità minima in KG di prodotto per obbligo di emissione DAS: questo parametro rappresenta la quantità minima in Kg al di sopra della quale per la consegna di prodotti energetici è previsto l’obbligo di emissione del DAS. Durante l’emissione di documenti con prodotti energetici il programma attiverà un controllo segnalando quantitativi in Kg al di sopra del minimo previsto nel parametro. Per disattivare il controllo azzerare il parametro.
  • Verifico il sottoscorta per le giacenze in KG : scegliere si se si desidera un avviso da parte del programma nel caso un prodotto idrocarburi, durante l’inserimento di una vendita, vada al di sotto della sua scorta minima oppure della sua Giacenza in KG.
  • Verifico il sottoscorta per le giacenze in LT a 15C?: scegliere si se si desidera un avviso da parte del programma nel caso un prodotto idrocarburi, durante l’inserimento di una vendita, vada al di sotto della sua scorta minima oppure della sua Giacenza in LT a 15C.
  • Ricalcolo i Lt Ambiente se modifico KG o LT15C?: scegliere “si” se si desidera beneficiare del calcolo automatico dei Lt ambiente dopo aver modificato a mano i KG o i LT15C di prodotto nel dettaglio righe di documenti/movimenti
  • Ricalcolo i Lt a 15C se modifico manualmente i KG?: scegliere “si” se si desidera beneficiare del calcolo automatico dei Lt a 15C se modifco manualmente il quantitativo in KG di prodotto nel dettaglio righe di documenti/movimenti.
  • Ricalcolo i Lt a 15C partendo dai: scegliere come procedere al calcolo di Lt a 15C, le opzioni sono le seguenti:
    • ‘Lt’: in tal caso il calcolo viene effettuato partendo dai litri ambiente, con la formula: [Lt 15 C]= [LT.ambiente]* [Densità.Ambiente]/[Densità a 15C]
    • ‘Kg’: in tal caso il calcolo viene effettuato partendo da quanto specificato nei Kg, con la formula: [Lt a 15C] = [Kg]/[Densità a 15C]
  • Gasolio: densità minima: indicare la densità minima da accettare per il gasolio durante l’inserimento dei documenti. Azzerando il campo il controllo non sarà eseguito.
  • Gasolio: densità massima: indicare la densità massima da accettare per il gasolio durante l’inserimento dei documenti. Azzerando il campo il controllo non sarà eseguito.
  • Benzina: densità minima: indicare la densità minima da accettare per la benzina durante l’inserimento dei documenti. Azzerando il campo il controllo non sarà eseguito.
  • Benzina: densità massima: indicare la densità massima da accettare per la benzina durante l’inserimento dei documenti. Azzerando il campo il controllo non sarà eseguito.

video Guarda il video sulla gestione dei Buoni di prelievo>>

Alcoli

Sezione visibile in caso di gestione alcolici.

  • Coefficiente di calcolo accise a Lt anidro: specificare il coefficiente di calcolo delle accise a LT anidro. Utilizzato per l’inserimento automatico durante la vendita per “immissione in consumo” per i prodotti che lo prevedono.
  • Id della voce con l’addebito imposta di fabbricazione: specificare l’id della voce corrispondente all’addebito dell’imposta di fabbricazione. Utilizzato per l’inserimento automatico durante la vendita per “immissione in consumo” per i prodotti che lo prevedono.
  • Id della voce con l’addebito contrassegni: specificare l’id della voce Id corrispondente all’addebito contrassegni
  • Aggiorna densità in scheda prodotto nei nuovi carichi di magazzino: durante l’inserimento di nuovi carichi in magazzino, se si intende aggiornare la densità in scheda del prodotto,  scegliere fra una delle seguenti opzioni:
    • ‘Con Media Ponderata’ per aggiornare la densità con la media ponderata data da quella attuale sulla giacenza e quella nuova sulla quantità caricata
    • ‘Con Ultimo Valore’ per aggiornare la densità con l’ultima inserita
    • ‘No’ per non procedere a nessun aggiornamento

Nota: la vendita viene considerata come “immissione in consumo” quando nella scheda della causale utilizzata per il documento è specificato nella sezione ‘dogane’ il relativo codice causale ‘024’ come previsto dall’agenzia dogane.

FitoSanitari

  • Abilitazione alla vendita di presidi fitosanitari NR: inserire il numero del proprio certificato di abilitazione alla vendita dei presidi fitosanitari.
  • Abilitazione alla vendita di presidi fitosanitari Data: indicare la data in cui è stato rilasciato il certificato di abilitazione alla vendita.
  • Stampo il modulo di acquisto dei presidi dopo la vendita? scegliere ‘si’ per stampare il bollettario di vendita (da far sottoscrivere all’acquirente dei presidi fitosanitari). Il modulo sarà stampato contemporaneamente al documento di vendita.

video Guarda il video “Gestione dei  presidi fitosanitari”>>

Agenti

  • Id della voce con le provvigioni agente: specificare l’id della voce con le provvigioni pagate agli agenti, parametro necessario per il caricamento delle fatture provvigioni nell’ambito di gestione agenti e calcolo provvigioni .

Stampe

  • Logo utente: selezionare un immagine da utilizzare come logo personale nelle stampe dei documenti. Le dimensioni del logo variano in base al tipo di stampa che si intende utilizzare, scelta fra i tipi messi a disposizione in stampa documento.
  • Carta intestata per la stampa documenti: selezionare un immagine da utilizzare come carta intestata nella stampa dei documenti. Per ottenere un risultato ottimale le caratteristiche raccomandate per il file grafico sono:
    • risoluzione=300 dpi
    • altezza=3507 pixel
    • larghezza=2480 pixel
  • Riga di intestazione stampe 1..8: in questa sezione è possibile personalizzare l’intestazione che appare nella stampa dei documenti. La disposizione delle righe di intestazione dipende dal tipo di stampa che si intende utilizzare, scelta fra i tipi messi a disposizione in stampa documento.

Per ulteriori informazioni su come procedere alla personalizzazione delle stampe leggere il seguente articolo: leggi>>

Das

Questo gruppo di parametri regolamenta la gestione dei das, apri>>

Ordini

  • Ignora ordini inevasi dopo giorni: gli ordini da evadere relativi al cliente/fornitore di cui si sta inserendo un nuovo documento saranno proposti solo se non sono passati i giorni specificati in questo parametro. Se impostato a 0 (default) verranno proposti tutti gli ordini inevasi a prescindere della loro data.

Vari

  • Password di accesso al programma: inserire una password da richiedere per accedere al programma
  • Timeout di connessione alle pagine Http: inserire il tempo massimo di attesa (in secondi) per le aperture delle pagine http, influisce ad esempio sul download degli aggiornamenti.
  • Timeout di connessione ai webService: inserire il tempo massimo di attesa (in secondi) per la connessione ai servizi di webservice, come ad esempio le info sulla licenza.
  • Timeout di connessione al telematico fatture: inserire il tempo massimo di attesa (in secondi) per la connessione al server telematico delle fatture
  • Timeout di connessione ai servizi Email: inserire il tempo massimo di attesa (in secondi) per la connessione al server di invio dei messaggi di email
  • Timeout di connessione al server Cloud: inserire il tempo massimo di attesa (in secondi) per la connessione ai server cloud lucus, come ad esempio per i messaggi das e gli allegati.
  • Tipo messaggi sonori: scegliere il tipo di messaggi sonori riprodotti dall’applicazione
  • Limite massimo di finestre aperte: specificare il numero massimo di finestre aperte contemporaneamente. Utile per salvaguardare l’occupazione di memoria da parte di finestre inutili.
  • Aliquota iva predefinita: inserire la sigla dell’aliquota iva da proporre sempre nei nuovi inserimenti
  • Visualizzo le barre di stato in grassetto?: scegliendo [si] a questo parametro tutte le barre di stato nelle finestre del programma saranno visualizzate in modalità evidenziata per una maggiore leggibilità.
  • Salvo sempre durante la lettura con scanner BAR CODE? scegliendo [si] durante la lettura con scanner barcode ad ogni scansione saranno salvate le modifiche in corso sull’intera scheda contenitore del dettaglio.
  • Impedisco doppioni in anagrafe (stesso Cod.Fiscale o Partita Iva)?: specificare [si] se si desidera impedire che in anagrafe siano presenti più contatti con gli stessi estremi fiscali.
  • Testo standard da proporre nelle email: inserire in questa area il testo standard da proporre nelle nuove email.